ALLERTA NEVE PROLUNGATA: fiocchi più abbondanti in Appennino, VENERDI nuova forte perturbazione in arrivo!!!

La neve è tornata sulla Liguria e le precipitazioni sono destinate a proseguire ancora per qualche ora. Per questo ARPAL ha MODIFICATO E PROLUNGATO l’ALLERTA METEO PER NEVE con questi dettagli:

COMUNI INTERNI DELLA ZONA B (dunque centro della regione), COMUNI INTERNI DELLA ZONA C (estremo Levante della regione) GIALLA FINO ALLE 18 DI OGGI
ZONA E (Valle Scrivia, Val d'Aveto e Val Trebbia) ARANCIONE FINO ALLE 15 poi GIALLA FINO ALLE 18
COMUNI COSTIERI DELLA ZONA B (zona centrale della regione) e ZONA D (Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida) GIALLA FINO ALLE 15.

Fino ad ora le precipitazioni nevose si sono concentrate in particolare sul Centro Levante, con i fiocchi che hanno imbiancato le vallate alle spalle di Genova (in particolare la valle Scrivia), la val d’Aveto, la val Fontanabuona, l’alta val di Vara (il nivometro di Scurtabò, nel comune di Varese Ligure, alle 12.30 segnava un accumulo di 10 centimetri, a Cuccarello Sesta Godano 12 centimetri). Un po’ di neve anche in alcune zone dell’entroterra savonese mentre lungo la costa è stata la pioggia, debole, finora la protagonista (anche se fiocchi sono stati segnalati nei quartieri collinari di Genova). Le temperature si sono, infatti, mantenute basse ma non hanno consentito la trasformazione della pioggia in neve anche per l’assenza di rovesci nevosi: alle 12.30 la stazione di Genova Centro Funzionale segnava 3.9 gradi (nelle altre stazioni del capoluogo a parte i -3.1 di Monte Pennello i termometri oscillavano tra gli 0.2 di Castellaccio e i 4.0 di Sant’Ilario), Savona Istituto Nautico 5.6, Imperia Osservatorio Meteo Sismico 5.6, La Spezia 3.6, Chiavari 3.5. Alcune temperature nell’interno della regione: Triora (Imperia) 2.7, Cairo Montenotte (Savona) 3.3, Busalla (Genova) 0.4, Varese Ligure (La Spezia) 1.5.

Dal pomeriggio è attesa una lenta attenuazione delle precipitazioni e, a seguire, una tregua con miglioramento che sarà, però, soltanto temporaneo. Infatti, domani, giovedì 31, scatterà una nuova fase perturbata i cui risvolti saranno analizzati con i prossimi aggiornamenti.

Ecco il riassunto, contenuto nell’avviso meteorologico emesso oggi, dei fenomeni previsti per le prossime ore e i prossimi giorni:

OGGI, MERCOLEDI’ 30 GENNAIO: Fino alle prime ore della sera precipitazioni diffuse in prevalenza deboli. Deboli nevicate su interno di B con quota neve 100-200 metri, possibili spolverate fino alle aree costiere. Deboli nevicate su interno di C con quota neve 300-400 metri. Cumulate deboli su zone sensibili di D, fino a moderate sopra i 600m. Cumulate moderate a tutte le quote su E. Aumento della ventilazione fino a forte dai quadranti settentrionali, in attenuazione la sera. Disagio fisiologico per freddo in particolare nei comuni dell'entroterra.

DOMANI, GIOVEDI’ 31 GENNAIO: Dal pomeriggio nuovo peggioramento con deboli precipitazioni diffuse, più probabili su BCE. In serata possibili spolverate su
E e interno di B C (quota neve 400-600 m). Venti forti settentrionali su ABD. Disagio fisiologico per freddo in particolare nelle vallate dell' interno.

DOPODOMANI, VENERDI’ 1 FEBBRAIO: Precipitazioni diffuse anche a carattere di rovescio/temporale durante tutta la giornata con quantitativi tra significativi ed elevati. Possibili nevicate deboli su D a tutte le quote, localmente possibili accumuli fino a moderati. Possibili episodi di gelicidio a quote collinari su interno di B ed E. Venti forti settentrionali su BD, meridionali su C con raffiche fino 70 km/h. Mare localmente agitato per onda da sudovest su C. Seguire i prossimi aggiornamenti.

La Sala Operativa Regionale resterà aperta per tutta la durata dell’allerta.

Ricordiamo la suddivisione complessiva in zone del territorio regionale:

A: Lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa
B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno
C: Lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Valfontanabuona e Valle Sturla
D: Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida
E: Valle Scrivia, Val d'Aveto e Val Trebbia.


Aggiornamenti 30-01-2019 Mattia Giordano

Meteo stazione a Verzi di Loano - Savona

Top clic

Piccole scosse di terremoto sul Mar Ligure, la più intensa magnitudo 1.7 Richter

Nelle ultime ore si sono registrate due deboli scosse di terremoto sul mar Ligure: la prima, la più debole, poche miglia al largo di Loano (SV) con una magnitudo di 1.1 alle ore 6:54 di questa mattina. La...