L'alluvione di Genova del 9-10 Ottobre 2014

L'alluvione di Genova del 9 e 10 ottobre 2014 si è verificata a seguito di forti precipitazioni, che causarono circa 395 mm in 24 ore. Nel comune Genova sono esondati i torrenti Bisagno, Sturla, Fereggiano, Noce, e Torbella , nella provincia di Genova lo Scrivia, lo Stura, l'Entella e il rio Carpi. L'evento atmosferico ha interessato molte delle zone più popolose di Genova, tra cui i quartieri della media e bassa val Bisagno di Molassana, Staglieno, Marassi, Quezzi, San Fruttuoso, e moltissime zone del centro est cittadino tra cui la Stazione di Genova Brignole, la zona di Borgo Incrociati, il quartiere della Foce e molti punti del centro storico.

Furono fortemente colpiti anche quartieri nel levante cittadino, tra cui Nervi, Apparizione e Sturla; oltre che alcuni quartieri a ponente, come Bolzaneto, Rivarolo, Sampierdarena, Cornigliano, Sestri Ponente, Multedo, Pegli e Voltri. In totale nella provincia di Genova sono stati quarantatré i comuni colpiti, tra cui Montoggio, Rossiglione, Masone, Campo Ligure, Bogliasco.

Le cause principali

La causa scatenante dell'evento è nelle forti precipitazioni, 395 mm in 24 ore, verificatesi in un'area ristretta tra il 9 ottobre e il 10 ottobre e in diverse zone di Genova e provincia, causando la conseguente esondazione del torrente Bisagno e degli altri corsi d'acqua coinvolti. Un evento meteorologico di ampie proporzioni, aggravato dal forte temporale auto rigenerante.

L'incontro-scontro dei due flussi, quello di aria calda, con quello di aria fredda è la causa del V-shape thunderstorm , così detto, nella lingua inglese, per la sua forma a V e detto anche autorigenerante. Dall'esame dei dati dei venti, i sudoccidentali a quote superiori ai 700 hPa e i meridionali a 850 hPa nei bassi strati (925 e 1000 hPa), si può comprendere come dall'incontro tra le correnti fredde settentrionali del vento di Tramontana dalla pianura padana e quelle caldo umide meridionali del vento di Scirocco dal Tirreno, sia venuto a verificarsi un microfronte stazionario. In pratica uno stallo dovuto al flusso d'aria dovuto al moto convettivo delle correnti. Le correnti rimanevano bloccate, sulla zona. Conseguenza era che le precipitazioni temporalesche così si auto alimentavano e ricadevano sulla stessa zona.

9 ottobre 2014

Nel pomeriggio del 9 ottobre a Chiavari il torrente Entella esonda alla foce, in un'area di sicurezza senza danni. Alle ore 21 a Montoggio, comune in provincia di Genova, il rio Carpi e lo Scrivia, i danni sono ingenti. A causa degli allagamenti manca la corrente elettrica, l'acqua raggiunge il primo piano delle case, trascina alcune auto con persone bloccate all'interno dalla pressione dell'acqua esterna e tre persone vengono tratte in salvo. Nel comune di Genova nella mattinata si verificano precipitazioni intense. Nel pomeriggio le precipitazioni si fermano, per poi riprendere a tarda sera e poi con intensità la notte. Alle ore 23.30 circa esonda il torrente Bisagno. L'acqua invade le strade e trascina auto parcheggiate. Sino alle tre di notte, a causa degli allagamenti, parte della città rimane senza corrente. In alcune zone l'interruzione si prolunga per uno-due giorni. Anche il rio Fereggiano, che determinò l'alluvione del 2011, esonda e allaga la zona di via Fereggiano e di corso Sardegna. Le acque del torrente Bisagno arrivano sino all'altezza di un metro e ottanta e trascinano molte auto incastrandole nei pressi dei tunnel pedonali e stradali accanto alla stazione Brignole.

10 ottobre 2014

Poco dopo la mezzanotte il torrente Sturla esonda allagando numerose strade e trascinando auto in sosta. E verso le 00.30 la zona di Brignole è interamente allagata, come nell'alluvione 2011 e nelle varie precedenti, l'acqua invade anche la seconda parte verso valle di via XX Settembre. Poco dopo alle ore 00.45, i vigili del fuoco recuperano il corpo di un uomo, morto annegato, nel tunnel allagato tra via Canevari e la stazione Brignole. che verrà identificato due ore dopo. Alle ore 01.00 circa i vigili del fuoco traggono in salvo una persona, intrappolata in auto, pochi metri fuori dal tunnel tra via Canevari e la stazione Brignole, incastrata tra le altre trascinate dal Bisagno. L'autostrada A12 viene chiusa tra Bivio A12/A7 Milano-Genova e Genova Nervi per l'allagamento di Corso Europa in direzione Genova alle ore 02.00.


Aggiornamenti 10-10-2017

Che tempo farà?

La previsione meteo per il 15 Dicembre 2017

Condizioni meteo in peggioramento sul Levante Ligure con qualche precipitazione in mattinata sullo Spezzino; tempo buono sulle restanti aree liguri. Da metà pomeriggio, rotazione dei venti dai quadranti settentrionali...

Top clic

Bagnante coraggioso sfida la mareggiata in Liguria, è accaduto sulle spiagge loanesi

Un bagnante particolarmente coraggioso ha deciso di sfidare i "cavalloni" della violenta mareggiata che sta colpendo Loano e tutta la Riviera Ligure. E' successo questo pomeriggio, attorno alle ore 15, lungo...