L'anticiclone africano ci proverà: prima "scaldata" prevista alla fine di Maggio

Andiamo a dare uno sguardo al trend previsionale per l'ultima decade del mese di Maggio.

Dovessimo stilare un bilancio della prima metà, non possiamo non evidenziare come non ci sia stata traccia dell'Estate. Nulla di straordinario, sia chiaro, ricordiamoci che siamo pur sempre in Primavera e che gli alti e bassi sono facilmente preventivabili.

TENDENZA METEO: Da alcuni giorni s'intravedono cenni consistenti anticiclonici in vista dell'ultima parte di Maggio. Svolta che potrebbe condurci a un primo, duraturo consolidamento dell'Alta Pressione e si tratterebbe di un'Alta Pressione in grado di portarci i primi caldi stagionali. Ma...attenzione perchè vortici di bassa pressione, in gergo "gocce fredde", a spasso per l'Europa, potranno sempre risultare minacciose anche sul bacino del Mediterraneo. Non è detto che riescano a scalfire la struttura anticiclonica, ma non è detto che non ci riescano.

 

Dopotutto siamo quasi costantemente in regime d'instabilità, quindi non ci sarebbe di che stupirsi. Sicuramente una "lingua anticiclonica" di origine africana con una radice ben strutturata, garantirebbe una discreta protezione da improvvise minacce di "gocce fredde" a spasso per l'Europa.

 

Statisticamente parlando stiamo andando incontro alla bella stagione e qualora dovesse arrivare il caldo sarebbe assolutamente normale. Siamo pur sempre nel Mediterraneo, ovvero in quell'area del Vecchio Continente che solitamente è la prima a godere dell'arrivo dell'Estate.

Quindi, ricapitolando, la situazione potrebbe sbloccarsi e potrebbe mutare con decisione. Ma quel che sta insegnando questa primavera è che non dobbiamo dar nulla per scontato. Fidiamoci dei modelli, sì, ma non prendiamo ogni proiezione per oro colato.


Aggiornamenti 16-05-2018

Meteo stazione a Verzi di Loano - Savona

Top clic

Incredibile "INVASIONE DI CIMICI" anche in Liguria, ecco alcune soluzioni per sconfiggerle

Negli ultimi giorni e settimane stiamo assistendo ad una vera e propria "invasione di cimici" nel nostro paese, in particolar modo nelle regioni del centro-nord...