MALTEMPO 1 FEBBRAIO: forti nevicate attese nell'entroterra savonese, rischio gelicidio nelle valli interne genovesi

Un nuovo peggioramento è atteso già nelle prossime ore: dal pomeriggio di domani, giovedì 31 Gennaio, una nuova perturbazione piuttosto intensa ed organizzata, favorirà un peggioramento del tempo in arrivo sulla Liguria con piogge diffuse anche localmente intense e nevicate copiose specialmente nell'entroterra e sui versanti padani del Savonese.

Questa volta la perturbazione investirà tutta la Riviera Ligure, compreso l'estremo ponente ligure, rimasto ai margini delle ultime 3 perturbazioni delle ultime settimane. Con l'arrivo della pioggia si attende anche un richiamo più mite ed umido in quota, con un graduale smantellamento del freddo presente sopra i 1000 metri: si passerà dalla -3/-4°C a 1500m di quest'oggi a solo una +0/+1°C alla stessa quota.

Secondo le ultime elaborazioni dei modelli la neve dovrebbe cadere molto copiosa sulle Alpi Marittime e Liguri mediamente sopra i 900 metri in risalita a 1300-1400m dalla tarda mattinata di Venerdì; dovrebbe invece continuare a nevicare copiosamente in Val Bormida fino al fondovalle, specialemente nell'alta valle tra Calizzano e Bardineto, dove l'aria fredda in quota potrebbe resistere maggiormente al richiamo mite proveniente dal mare. Proprio a Calizzano sono attese cumulate anche superiori a 40cm di neve.

Previsione più complicata per il Centro e Levante Ligure dove la risalita di aria calda in quota si farà sentire maggiormente per effetto del flusso sciroccale molto mite: dimentichiamoci le temperature odierne di -6°C e -7°C sulle vette della Val d'Aveto, con un forte aumento termico che farà schizzare le temperature anche sopra la soglia degli zero gradi in alta quota. Persisterà invece il freddo nelle aree di fondovalle, con temperature anche negative, favorendo così un episodio di "pioggia congelantesi" o "gelicidio".

Tra le valli a "rischio gelicidio" segnaliamo la Val d'Aveto e Trebbia, con a seguire le valli Scrivia, Stura e infine anche parte del Sassellese. L'unica vallate che potrà vedere la neve copiosa da inizio a fine evento potrebbe essere solo l'alta Val Bormida.

Ci giocheremo tutto nell'ordine di un grado: se la temperatura a 1500m resisterà almeno attorno agli 0°C avremo possibilità di un'intensa nevicata sulla Valbormida con accumuli molto significativi: se i valori saliranno a +1°C a 1500m la neve si trasformerà in pioggia con un elevato rischio del fenomeno gelicidio nei bassi strati. Il tutto dipenderà dai valori presenti in quota ( ad 850hPa) mentre nei bassi strati il freddo persisterà senza problemi con il conseguente rischio di pioggia che gela al suolo.

Ulteriori aggiornamenti sul nostro sito  www.meteorivieraligure.it

COME FACCIAMO A CAPIRE DURANTE LA NEVICATA SE STA PER ARRIVARE IL GELICIDIO? Immaginiamo di essere in Val Bormida sotto una fitta nevicata con temperature al suolo stabili attorno agli 0°C. Fiocchi molto umidi e pesanti che attecchiscono al suolo molto velocemente grazie alla forte intensità precipitativa. Ma improvvisamente la nevicata inizia a trasformarsi in una "pioggia gelata mista a neve" con la precipitazione che improvvismante si trasforma nell'arco di pochi minuti in piccoli pallini di ghiaccio detto "graupel o gragnuola".

Questo è il primo segnale che ci fa capire che sopra le nostre teste si sta verificando il passaggio tra una temperature negativa o pari a zero verso una temperature positiva. Nell'arco di poco tempo la nevicata si trasformerà in una pioggia vera e propria ma grazie alle temperature sottozero al suolo del nostro fondovalle, l'acqua tenderà a gelare improvvisamente sul terreno generando uno strato di ghiaccio su auto, alberi e tetti.  Prestare attenzione!


Aggiornamenti 30-01-2019 Mattia Giordano

Meteo stazione a Verzi di Loano - Savona

Top clic

Piccole scosse di terremoto sul Mar Ligure, la più intensa magnitudo 1.7 Richter

Nelle ultime ore si sono registrate due deboli scosse di terremoto sul mar Ligure: la prima, la più debole, poche miglia al largo di Loano (SV) con una magnitudo di 1.1 alle ore 6:54 di questa mattina. La...