METEO FERRAGOSTO 2018: dopo il "caldo africano" arrivano i forti temporali, deciso calo termico al Nord

L'Italia  sta vivendo una fase prolungata di caldo intensi sotto il segno dell'anticiclone africano, il quale domina quasi incontrastato da fine Luglio, costringendoci fare dunque i conti con un'ondata di calore piuttosto duratura (la più intensa dell'intera stagione estiva).

Ma l'alta pressione sub tropicale ci farà compagnia anche nella seconda decade del mese, quella che ci porterà a Ferragosto, oppure dovremo aspettarci un colpo di scena? Manca ancora una settimana, ma è possibile ugualmente tracciare una prima tendenza, con la consapevolezza che essa potrà subire qualche cambiamento nei prossimi aggiornamenti meteo.

Anche per i prossimi giorni l'Italia resterà sotto il predominio anticiclonico africano con temperature ancora elevate e condizioni di elevato disagio fisiologico per afa: masse d'aria calda provenienti dal Nord Africa continueranno a convogliare verso il nostro Paese, in particolare verso le nostre regioni meridionali.

Ma attenzione, proprio intorno al 12/13 Agosto potrebbe avvenire la svolta definitiva. Secondo gli ultimi aggiornamenti, l'entrata delle prime infiltrazione di aria fresca dalla Francia potrebbero favorire un deciso cambiamento del tempo proprio in vista del Ferragasto. Sarà proprio lo scontro tra l'aria calda pre esistente sul territorio italiano e le infiltrazioni fresche a rappresentare il pericolo maggiore in quanto potrebbe essere la condizione ideale per lo sviluppo di forti temporali, di grandinate, ma anche di locali trombe d'aria e/o marine. Tra le zone più a rischio le regioni Settentrionali e la Val Padana, ma non escludiamo un possibile coinvolgimento anche della Liguria, con possibilità di precipitazioni anche violenti (di questo ne riparleremo nei prossimi giorni).

L'arrivo di una perturbazione attorno al 13-14 Agosto potrebbe favorire un calo termico generale sul Nord Italia con abbassamenti più significativi nelle aree interessate da forti temporali o grandinate. Questi potrebbero essere i due giorni più a rischio per il Nord Italia, con un gradevole calo termico che darà fine all'ondata di calore più intensa dell'estate 2018. 

Per la giornata di FERRAGOSTO possibile attenuazione del maltempo ma clima decisamente più fresco: potremmo assistere alla prima rottura estiva per le regioni settentrionali italiane.

 


Aggiornamenti 08-08-2018 Mattia Giordano

Meteo stazione a Verzi di Loano - Savona

Top clic

Incredibile "INVASIONE DI CIMICI" anche in Liguria, ecco alcune soluzioni per sconfiggerle

Negli ultimi giorni e settimane stiamo assistendo ad una vera e propria "invasione di cimici" nel nostro paese, in particolar modo nelle regioni del centro-nord...