Variabile e fresco fino al 20 Gennaio, poi svolta invernale nella terza decade?

Una moderata ondata di freddo interesserà l'Italia tra domenica 14 e martedì 16 gennaio con isoterme ad 850Hpa tra -4 e -6° sulle regioni del Nord Italia; il Centro-Sud verrà completamente saltato, salvo graduali infiltrazioni di aria fresca su Lazio, Abruzzo, Marche e Toscana.

L'aria fredda non porterà fenomeni precipitativi rilevanti, ma non si esclusono locali nevicate o sfiocchettate su regioni settentrionali, fino a quote basse o collinari.

Resta confermato il flusso nord-atlantico che proseguirà almeno fino al 20 Gennaio, grazie al rinforzo del getto canadese che riporterà tanta neve sulle Alpi di confine e qualche pioggia sul versante tirrenico.

 

Con l'avvio della terza decade di Gennaio non si esclude l'indebolimento del getto nord atlantico canadese e non si escludono quindi nuove manovre gelide in discesa dal Polo Nord verso l'Europa. E' ancor presto per valutare i risvolti che si potranno avere in Europa, ma i modelli a lungo termine e "fantameteo" non escludono un possibile cambiamento già entro la fine del mese.


Aggiornamenti 12-01-2018 Mattia Giordano

Meteo stazione a Verzi di Loano - Savona

Top clic

Dal 15 Novembre obbligo di catene a bordo o pneumatici invernali, ecco tutti i tratti interessati

Anas ricorda che scatterà da domani 15 novembre 2018 al 15 aprile 2019 l’obbligo di catene a bordo o pneumatici invernali su alcuni tratti delle strade statali della Liguria maggiormente esposte al...